Pages

giovedì 29 agosto 2013

Fiaba spagnola: l'Uccello della Verità

Tra le fiabe di agosto, "L'uccello della Verità", tratta dalla raccolta «Cuentos, adivinanzas y refranes populares» di Fernán Caballero.

picture

Incipit

:

C'era una volta un pescatore poverissimo che viveva in una capannuccia sulla riva di un fiume, le cui acque chiare e mansuete, seppur profonde, scorrevano pacificamente tra gli alberi, i rovi e i canneti, sfuggendo il sole e il brusio di voci umane, e rallegrate dalle limpide voci dei passerotti. Un giorno che stava sulla sua barchetta, mentre si apprestava a buttare la rete nel fiume, il pescatore vide scorrere nell'acqua una cassettina di cristallo. S'avvicinò per afferrarla, e immaginatevi quale fu la sua sorpresa nel vedere che dentro c'erano due gemellini appena nati, un maschio e una femmina. Egli provò subito tanta pietà per quelle povere creature, così, se le portò a casa, e li consegnò a sua moglie, che in quel periodo allattava. «E questi chi sono?» esclamò quando li vide, «come se non ne avessimo abbastanza di bambini, adesso ci aggiungiamo anche questi due.» «E che cosa avrei dovuto fare?» rispose il marito, «lasciare questi due angioletti nel fiume? Sono così piccoli che non sarebbero sopravvissuti a lungo senza un aiuto, e sarebbero morti di fame, o peggio ancora, presto o tardi li avrebbe presi il mare con le sue enormi fauci. È Dio che ce li manda, e lui ci aiuterà a tirarli su!»

Nessun commento:

Posta un commento